Starbucks Milano il più grande d’Europa, 350 posti di lavoro

0

starbucks milanoNel 2018 l’Italia avrà il suo primo Starbucks. Aprirà nello storico palazzo milanese delle Poste, in Piazza Cordusio, dove è già presente un telone con la frase “il mio sogno si sta avverando”, firmata da Howard Schultz.

La location è stata finalmente ufficializzata dal colosso del frappuccino, che realizzerà a Milano il più grande punto vendita d’Europa creando 350 posti di lavoro.

Facciamo il punto della situazione sulla prima caffetteria italiana di Starbuck da cui partirà l’espansione del colosso americano nel nostro paese.

IL NUOVO STARBUCKS MILANESE

Il primo Starbucks di Milano coprirà un’area di ben 2.400 metri quadrati, l’interno palazzo delle Poste e rappresenterà un punto di riferimento per tutte le caffetterie del gruppo in Europa. L’azienda intende realizzare una vera e propria fabbrica del caffè e un centro di panificazione, quest’ultimo grazie all’annunciata alleanza con Princi.

Sarà quindi il negozio più grande d’Europa, come confermato durante l’incontro di presentazione del progetto avvenuto a Palazzo Marino tra in sindaco Beppe Sala,  l’assessore Pierfrancesco Maran, il ministro Maurizio Martina, lo stesso Schultz e l’imprenditore Percassi, partner in affari per lo sbarco in Italia del Gruppo.

Starbucks intende dare onore all’artigianalità del caffè e alla cultura italiana, oltre che con la scelta di una location di prestigio, con la creazione di cinque nuovi caffè, oltre al tradizionale ed intoccabile espresso.

Quella di Milano non sarà comunque l’unica apertura milanese, poiché secondo le ultime indiscrezioni potrebbero successivamente aprire in città 2/3 altre caffetterie gestite dal Gruppo Percassi. Dopo l’apertura di Piazza Cordusio partiranno a ruota le aperture in numerose altre città d’Italia.

IL CASO DELLE PALME

Come confermato da Schultz, ogni volta che il gruppo entra in una nuova città, ancora di più nel caso di Milano, si tenta sempre di offrire un qualcosa di nuovo alla comunità. Lo si fa ancora prima di aprire i locali, come avvenuto con le famose palme in piazza Duomo, sponsorizzato dal colosso americano.

Le polemiche hanno quindi stupido l’ad di Starbucks ma non fermeranno di certo lo sbarco dell’azienda, come confermato dal sindaco Sala “come sindaco e come cittadino di Milano per me è un piacere che un’azienda internazionale abbia deciso di investire nella nostra città, scegliendo il famoso palazzo delle Poste per il suo primo negozio in Italia. Voglio dare il benvenuto a Starbucks e ringraziare Howard Schultz per aver scelto Milano”.

OPPORTUNITA’ DI LAVORO

Per il momento il colosso americano assumerà 350 lavoratori a Milano, offrendo stipendi più alti della media e stabilità contrattuale. L’azienda promette di creare occupazione a Milano con un’occhio di riguardo a migranti e residenti milanesi in difficoltà.

CANDIDARSI IN STARBUCKS

Per candidarsi alle future opportunità di lavoro in Italia in Starbucks vi segnaliamo la pagina dedicata alle carriere e selezioni del Gruppo americano, ma anche quella del gruppo Percassi, da cui inviare il proprio curriculum vitae nel momento in cui saranno pubblicate le prime offerte di lavoro per il nuovo locale milanese e in tutte le future aperture.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply