Starbucks Italia: Nuove aperture, migliaia di posti di lavoro

0

Lo sbarco di Starbucks in Italia è da tempo una certezza. Il colosso americano aprirà la prima caffetteria italiana a Milano entro il 2018, grazie all’accordo con il Gruppo Percassi che ne curerà le aperture sul nostro territorio.

Come confermato da Antonio Percassi, l’obiettivo è di aprire fino a 300 caffetterie Starbucks in tutta Italia, creando così migliaia di nuovi posti di lavoro.

Entriamo nel dettaglio di quelle che sono le intenzioni di Starbucks in Italia e di quelli che saranno i risvolti sul settore occupazionale.

APERTURE STARBUCKS IN ITALIA

L’inaugurazione del primo Starbucks milanese in Piazza Cordusio dovrebbe all’incirca entro giugno 2018, ma a una settimana dall’apertura dovrebbero aprire altre 4/5 caffetterie tra Roma e Milano. Se il mercato risponderà bene come si spera, saranno numerose le nuove aperture su tutta la penisola che verranno effettuate nei prossimi 5/6 anni.

Secondo le dichiarazioni di Percassi, saranno nell’ordine di 200/300 le aperture Starbucks in Italia, numero importante detto da uno che di operazioni di questo tipo se ne intende, vedi i recenti sbarchi in Italia di Lego Store e Victoria’s Secret.

starbucks

LE POLEMICHE MILANESI

E’ impossibile non far caso alle recenti polemiche sulla prima apertura Starbucks di Milano: il colosso ha provveduto ad installare le ormai famose palme in Piazza Duomo per salutare la futura apertura del primo punto vendita milanese, e ciò ha scatenato le polemiche di tutti coloro che non apprezzano la presenza di queste piante esotiche nella storica piazza milanese.

Come se non bastasse da pochi giorni, e dopo il recente atto di vandalismo finito su tutti i giornali, sono stati piantati anche dei banani, motivo per cui le polemiche sono destinate a non arrestarsi. In tutto questo Starbucks continua a far parlare di sè e questo è solo un bene in vista dello sbarco in Italia.

NOVITA’ ITALIANE

Starbucks usufruirà della collaborazione del Gruppo Percassi anche per trovare un format vincente per il famoso Frappuccino e per altre bevande a base di caffè. L’azienda intende adattare i propri prodotti al mercato italiano, patria del caffè, cercando soluzioni che permettano una diminuzione dei prezzi rispetto al mercato americano e un maggio interesse da parte della clientela.

Quel che è certo è che gli Starbucks italiani punteranno molto sull’offerta di servizi tecnologici e digitali, rivolti principalmente a professionisti e imprenditori, da attrarre in locali situati in grandi zone centrali delle città.

RISVOLTI OCCUPAZIONALI

E’ evidente che le numerose aperture in programma in Italia dal parte del colosso americano porteranno notevoli risvolti occupazionali. Già le prime aperture creeranno numerosi nuovi posti di lavoro, e nei prossimi anni continueranno a fioccare le opportunità.

Ovviamente le offerte di lavoro in Starbucks riguarderanno tutte le figure normalmente impiegate nelle caffetterie, quindi baristi, camerieri, cassieri e responsabili, con opportunità anche per personale alla prima esperienza.

L’AZIENDA

Starbucks è un’importante catena internazionale di caffetterie con sede a Seattle. Il primo negozio Starbucks fu aperto nel 1971 a Pike Place Market, da tre amici Jerry Baldwin, Zev Siegel e Gordon Bowker, ma il vero fondatore ideatore della catena è Howard Schultz che durante un viaggio a Milano nel 1983, progettò di portare in America l’autenticità della caffetteria italiana. A oggi sono quasi 20mila gli Starbucks in tutto il mondo, in ben 67 Paesi. In Europa le caffetterie Starbucks sono molto diffuse, soprattutto nelle grandi metropoli come Parigi, Madrid, Berlino o Londra.

INVIARE IL CV A STARBUCKS

Benchè Starbucks possieda una sezione Lavora con noi sul portale internazionale, le candidature per le future assunzioni nei locali italiani potranno essere inviate tramite il sito del Gruppo Percassi.

Nella sezione Lavora con noi raggiungibile all’indirizzo http://percassi.sites.altamiraweb.com/ verranno infatti pubblicate tutte le offerte di lavoro nelle nuove caffetterie in apertura in Italia, così come avviene con le altre insegne internazionali giunte in Italia grazie alla collaborazione con il Gruppo Percassi.

Per il momento bisogna comunque attendere l’avvicinarci della prima inaugurazione di Piazza Cordusio a Milano per potersi candidare alle prima selezioni di personale, per cui continuate a seguirci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply