Scandalo Volkswagen: a rischio migliaia di posti di lavoro

0

volkswagenE’ da poco scoppiato il caso Volkswagen, ma si parla ancora poco del pericolo che potrebbero correre migliaia di posti di lavoro. Il colosso automobilistico tedesca dovrà quasi certamente far fronte a pesanti sanzioni e ciò potrebbe avere ripercussioni sul fronte occupazionale.

Volkswagen, pesanti sanzioni in arrivo

Volkswagen ha già iniziato di accantonare circa sette miliardi di euro per affrontare multe e sanzioni, anche se si ipotizzano cifre maggiori del doppio, su cui l’azienda tenterà di tratta con gli Stati Uniti per arrivare a una riduzione. Alla luce di questi costi in arrivo, è facile pensare che a farne le spese saranno probabilmente i lavoratori che potrebbero essere ridimensionati a seguito del ribasso dei profitti della casa automobilistica tedesca.

Paura per migliaia di lavoratori

Per capire meglio la portata di questo scandalo, è bene sapere che i veicoli coinvolti sono circa 11 milioni, più di quelli venduti da Volkswagen l’anno scorso. Le sanzioni saranno quindi una bella mazzata sul gruppo tedesco e in casi come questo, generalmente il prezzo maggiore lo pagano i lavoratori più che gli azionisti. L’azienda dovrà inoltre affrontare un recupero d’immagine e fiducia che pare impresa non proprio di rapida realizzazione.

Problema non solo aziendale, ma nazionale

Si preannuncia quindi un medio-lungo periodo di difficoltà non solo per il gruppo tedesco, ma anche per fornitori e sub-fornitori; questo ci da l’idea di quanti siano i posti di lavoro a rischio, non solo quelli diretti dell’azienda tedesca che conta 600 mila dipendenti in tutto il mondo. Lo scandalo metterà a rischio l’interno settore export della Germania, che da anni vanta esportazioni record, perno centrale dell’economia tedesca.

Leave A Reply