Sblocco per 12mila Assunzioni nelle Forze dell’ordine

In arrivo 12mila assunzioni nelle forze armate, tra carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco e altri corpi. La buona notizia sullo sblocco delle procedure di assunzioni è finalmente arrivata.

Il Ministero della Pubblica Amministrazione ha infatti firmato il provvedimento che sblocca tali assunzioni; si attende adesso il passaggio al vaglio delle Corte dei Conti.

Si tratta comunque per lo più di assunzioni per il normale turn over, a cui però si aggiungono 1.657 nuove immissioni straordinarie. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Sbloccate 12mila assunzioni nelle forze dell’ordine

Sul sito web del Ministero per la Pubblica amministrazione è stato reso pubblico il decreto di autorizzazione all’assunzione di 11.950 unità suddivisi tra:

  • 4.538 unità nel Corpo dei Carabinieri;
  • 3.314 unità nella Polizia di Stato;
  • 1.900 unità nella Guardia di Finanza;
  • 1.440 unità nella Polizia Penitenziaria;
  • 938 unità nei Vigili del Fuoco.

Spazio a quasi 1.700 assunzioni straordinarie

Come detto, per la maggior parte dei posti si tratta di turnover, ma sono previste anche 1.657 assunzioni straordinarie per Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Arma dei carabinieri e Vigili del fuoco, di cui 1.043 già possibili dal primo ottobre.

Dal 23 ottobre scatterà la possibilità per altre 614 unità che si aggiungono agli 86 posti già autorizzati dal primo marzo scorso per il Corpo della polizia penitenziaria.  

La conferma del Premier Conte

E’ stato lo stesso premier Giuseppe Conte a confermare su Twitter lo sblocco delle 12mila assunzioni nelle forze armate:

“Sbloccati 12mila posti nelle forze dell’ordine. Si tratta di nuove assunzioni per Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e polizia penitenziaria. L’attenzione al settore e la sicurezza dei cittadini rimangono una priorità per il governo”.

Lascia un commento

Top