Sanità Lazio: 1947 posti di lavoro in arrivo

0

sanitaNuove assunzioni in arrivo nel settore sanitario laziale. Nel 2017 saranno 1947 le stabilizzazioni e nuovi inserimenti a tempo indeterminato presso le aziende sanitarie del territorio.

Il Consiglio regionale del Lazio ha infatti abrogato all’unanimità la Legge regionale del 2008 che obbligava ogni Asl ad avere una autorizzazione preventiva da parte della Regione per assumere anche un solo dipendente.

Si sblocca quindi il turn over che durava da 10 anni. Ecco quali sono le opportunità di lavoro in arrivo nel settore sanitario nel Lazio.

LAVORO NELLA SANITA’

 

Secondo quanto pubblicato dal quotidiano online RomaToday, l’abrogazione della Legge regionale del 2008 porterà grandi cambianti presso le Asl laziali. La vecchia legge infatti rendeva obbligatoria un’autorizzazione regionale per poter procedere a nuove assunzioni a tempo indeterminato presso le aziende sanitarie locali.

Adesso invece le cosa cambiano, con le Asl che potranno decidere autonomamente di assumere nuovi lavoratori e stabilizzare i precari, ovviamente nel rispetto del proprio budget. Potrà quindi sbloccarsi il turn over del personale, da anni bloccato a causa di deficit di bilancio dell’amministrazione finanziaria regionale.

POSTI DI LAVORO

L’abrogazione della Legge regionale, porterà quindi interessanti risvolti occupazionali in tutto il Lazio. Già entro il 2017 saranno 1947 i posti di lavoro assegnati a tempo indeterminato, provenienti in parte da stabilizzazioni di personale precario e in parte da nuove assunzioni di medici, infermieri e altro personale.

Gli inserimenti previsti nel corso dell’anno rientrano con molta probabilità nel programma assunzionale approvato dalla Regione Lazio lo scorso anno, che prevede la copertura di oltre 3mila posti di lavoro entro il 2018.

COME CANDIDARSI

Per il momento quindi si tratta solo di una conferma, ma per le assunzioni nelle aziende sanitarie laziali bisognerà attende la pubblicazione di bandi di selezione ufficiali che verranno prossimamente indetti dalle Asl. Continuate quindi a seguirci per rimanere aggiornati.

Leave A Reply