Riforma Scuola 2015, novità sulle assunzioni di docenti precari

0

La riforma della scuola voluta dal governo Renzi sta per essere presentata e sono tante le novità per i docenti in attesa di assunzione; vediamo quali sono le novità più importanti che dovrebbero essere presentate al Consiglio dei Ministri il 27 Febbraio.

Con la nuova riforma della scuola ogni Istituto a partire dal nuovo anno scolastico avrà tra i due e i cinque insegnanti in più. Un’occhio di riguardo Renzi lo ha assicurato al Sud dove la situazione delle scuole è la più critica: alle scuole elementari torneranno infatti le doppie maestre, anche se inizialmente si tratterà di due o tre ore alla settimana. Il premier dovrà sciogliere il punto cruciale della riforma, ossia il criterio con cui verranno assunti circa 148 mila precari che verranno immessi in ruolo dal mese di settembre; ma come avverranno tali assunzioni?

Riforma scuola 2015: preceduta delle assunzioni

La parte maggiore delle nuove assunzioni arriverà dai docenti iscritti alle liste nazionali: tutti i 120 mila supplenti delle Gae che hanno fatto effettuato supplenze nei vari Istituti verranno assunti; la parte mancate al raggiungimento dei 150 mila posti riguarderà, come impostato dalla sentenza del 26 novembre scorso della Corte di giustizia europea, tutti quegli insegnanti che hanno fatto supplenze per almeno 36 mesi su un posto vacante: secondo il censimento del Miur, questi docenti precari dovrebbero essere circa 1.793.

Concorso ad hoc per professori di matematica

E i restanti 19.000 posti da coprire? Dato il vuoto di docenti di matematica nelle scuole medie e di matematica e fisica nelle scuole superiori (e l’esubero di professori di Lettere e Filosofia e di insegnanti di scuola elementare) è probabile che verrà istituito un bando apposito per la copertura di tali posti; a breve ne sapremo sicuramente di più.

Leave A Reply