Presentata la Riforma Scuola 2015: 100 mila assunzioni e ultime novità

0

Dopo tanta attesa il testo della Riforma della scuola è stato presentato in Consiglio dei ministri dal ministro Stefania Giannini assieme al presidente Matteo Renzi: la nuova riforma porterà all’assunzione di 100 mila docenti precari entro la fine del 2015, nonostante siano esclusi i docenti delle graduatorie d’istituto e gli idonei non vincitori. Vediamo quali sono le principali novità che passeranno in mano al Parlamento per eventuali correzioni e approvazione.

Riforma scuola 2015 ultime novità

Renzi ha definito la riforma “a misura di studente”, ma le polemiche sono iniziate praticamente subito, soprattutto per le 50.000 assunzioni in meno rispetto a quanto stabilito inizialmente. Tale differenza è dovuta all’esclusione dalle assunzioni di tutti gli idonei non vincitori del concorso Profumo 2012 e dei docenti delle graduatorie d’Istituto. La decisione del governo ha subito messo in rivolta le associazioni e i gruppi di categoria che hanno già annunciato manifestazioni di protesta e migliaia di ricorsi. Dal canto suo il governo giustifica queste decisione rimandando a ragioni finanziarie che non avrebbero permesso di mantenere fede all’impegno sugli scatti stipendiali.

Premi di merito in mano ai presidi

La nuova riforma della scuola 2015 prevede, oltre ai bonus tradizionali di anzianità, premi per merito per i docenti più meritevoli: è stato stanziato infatti un fondo di 200 milioni di euro a cui avranno accesso i presidi degli istituti da destinare agli insegnanti secondo modalità di utilizzo che sceglieranno loro, legate ovviamente al merito professionale.

Altre novità della riforma

Ci sarà quindi l’abolizione delle supplenze e il bonus culturale: i docenti che sostituiranno i colleghi di ruolo verranno selezionati e contattati direttamente dai presidi dopo la consultazione di un Albo completo dei rispettivi curricula; verrà infine istituita la “Carta del prof“, ossia un bonus annuale da 500 euro per insegnante per spese relative a finalità culturali, teatri, libri ed eventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply