Riforma Buona Scuola: voto finale e assunzioni docenti

0

riforma buona scuolaIl ddl Buon Scuola con le sue 100 mila assunzioni di docenti precari, è atteso il 7 luglio al voto finale nell’aula di Montecitorio presieduta da Laura Boldrini. Il voto finale, per far sì che la riforma della scuola diventi definitivamente Legge, arriverà comunque tra polemiche e proteste. Vediamo quali sono i prossimi passi che porteranno all’inserimento di migliaia di docenti nei prossimi mesi.

Riforma scuola: il 7 luglio il voto finale

Continuano le proteste dei docenti contro la revisione del sistema scolastico voluta dal Governo Renzi; secondo i docenti nel ddl sono contenute alcune norme incostituzionali, inserite nel maxi emendamento proposto dal governo con diverse novità rispetto al testo originale.

Verso le 100 mila assunzioni di docenti

Vediamo quindi quali saranno le fasi di avvicinamento alle 100 mila assunzioni previste dalla Riforma della Scuola che verrà votata definitamente votata in aula il 7 luglio 2015:

  • Nella prima fase di applicazione della nuova riforma saranno 36.627 i docenti precari che riceveranno la proposta di assunzione entro il 31 agosto: il 50% dei posti verrà dalle graduatorie dei concorsi del 2012, 1999 e 1990, mentre la metà restante riguarderà i precari delle graduatorie provinciali a esaurimento.
  • La seconda fase vedrà il via, entro il 15 settembre, del Piano straordinario di assunzioni per gli insegnanti delle graduatorie a esaurimento e coloro che hanno vinto il concorso 2012.
  • La terza fase prevede l’invio online della domanda di assunzione da parte dei docenti che non sono stati coinvolti nella fase precedente, invitati a indicare le Province richieste come destinazione; coloro che saranno chiamati dovranno confermare la propria disponibilità entro 10 giorni, altrimenti perderanno la posizione. Le assunzioni saranno attuate nel corso dell’anno scolastico a valere dal 1 settembre 2015.
  • La quarta e ultima fase riguarda i docenti che sono stati esclusi dalle fasi precedenti, chiamati ad inviare le domande online indicando un ordine di preferenze per quanto riguarda le Province. Coloro che  rifiuteranno un posto dovranno attendere il concorso ordinario atteso per dicembre.
Share.

Leave A Reply