Palazzo del Lavoro Torino: riqualificazione e 1000 assunzioni

0

palazzo del lavoroUna bella novità in arrivo a Torino: è stato infatti presentato in assemblea pubblica il progetto di riqualificazione di Palazzo del Lavoro, che potrebbe ospitare un centro commerciale e una mostra della scienza e della tecnologia, ma soprattutto creare un migliaio di posti di lavoro.

Il progetto è di Pentagramma Sas, società composta al 50% da Cassa Depositi Prestiti – Immobiliare e al 50% dai costruttori torinesi di GEFIM. Scopriamo i dettagli di quanto presentato e quali saranno le future opportunità di lavoro in arrivo a Torino.

IL PROGETTO

La riqualificazione del Palazzo del Lavoro di Torino prevederà, come da progetto presentato, l’insediamento di una galleria commerciale di 43mila mq, con una superficie di vendita effettiva di 18mila mq e un terzo piano da 4.500 mq riservato alle esposizioni delle collezioni attualmente custodite da Università e Politecnico. Nel sottosuolo verranno invece realizzati parcheggi per 1.650 posti auto.

Il nuovo progetto prevede inoltre il mantenimento degli alberi sul lato di Corso Maroncelli e del prato circostante, così come indicato dalla giunta e in particolare dal vicesindaco Montanari.

Grande attenzione all’are dedicata al centro commerciale, che verrà realizzato con un’investimento di 150 milioni di euro da parte di Falcon Malls, società degli Emirati già impegnata in altri due investimenti simili in Lombardia.

INIZIO DEI LAVORI E RISVOLTI OCCUPAZIONALI

Secondo i rappresentanti di Pentagramma, i cantieri dovrebbero partire per l’estate 2018 e terminare con l’inaugurazione prevista nel 2020.

Dal punto di vista occupazionale di stima la creazione di 350 posti di lavoro nei lavori di costruzione, mentre la struttura una volta inaugurata darà lavoro a 800 persone più altri 150 lavoratori indetti; il tutto sorretto da un bacino di 5,5 milioni di potenziali di visitatori annui.

CANDIDATURE

Ovviamente è troppo presto per parlare di candidature alle future assunzioni a Palazzo del Lavoro; bisognerà infatti per il momento attendere la decisione del Comune di Torino in merito al rilascio o meno dell’autorizzazione alla realizzazione del progetto di riqualificazione del palazzo, che da anni versa in uno stato di abbandono e degrado assoluto.

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sull’avvio dei lavoro e sulle future opportunità di lavoro.

Leave A Reply