Offerte Lavoro 2015 Save The Children: candidarsi alle selezioni

0

Nuove offerte di lavoro 2015 nella famosa organizzazione non governativa Save The Children: sono aperte le selezioni per numerose figure che lavoreranno a Roma, Milano, Sicilia e Calabria. Ecco tutte le opportunità di lavoro pubblicate sul sito web di Save The Children.

Posizioni aperte in Save The Children

Save The Children seleziona diverse figure da assumere con contratti a progetto e a tempo determinato. Di assoluta importanza le risorse ricercate per l’emergenza sbarchi al Sud Italia, in Calabria e Sicilia, in particolare, per consulenti legali e mediatori culturali. Ecco l’elenco di tutte le posizioni aperte a cui candidarsi:

  • Logista, Roma (contratto a progetto di 1 anno);
  • Institutional Partnership Manager, Roma (contratto a progetto di 6 mesi);
  • Accountant, Roma;
  • Corporate & Foundations Executive, Roma (contratto a progetto);
  • Team Leader “in House”, Milano;
  • Direct Marketing Coordinator, Roma (contratto a tempo determinato di 2 anni);
  • Dialogatore in house, Roma e Milano;
  • Senior Digital Media Marketing Officer, Roma;
  • Consulente Legale Emergenza Sbarchi, Sicilia (durata a seconda dell’emergenza, da 1 giorno a 2 mesi anche non consecutivi);
  • Mediatore Culturale Tigrino-Arabo Emergenza Sbarchi, Sicilia e Calabria  (durata a seconda dell’emergenza, da 1 giorno a 2 mesi anche non consecutivi).

Ong Save The Children

Save The Children è la più  importante organizzazione internazionale indipendente non governativa per la difesa dei diritti dei bambini. La sede principale è a Londra, da cui opera in ben 120 Paesi del mondo grazie a oltre 14mila collaboratori. In Italia è presente con la Onlus Save The Children Italia, costituita nel 1998 ed impegnata in diversi progetti per la tutela dei diritti dei minori.

Come candidarsi

Se siete  interessati a lavorare in Save The Children potete visitare la sezione “Lavora con Noi” del sito web dell’Ong e candidarvi per le posizioni di vostro interesse.

Share.

Leave A Reply