Napoli: concorso per 17 OSS all’Ospedale Federico II

0

ossossVi piacerebbe trovare lavoro come Operatori Socio Sanitari? A Napoli sono in arrivo nuove opportunità di assunzioni presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria “Federico II”.

La nota azienda sanitaria pubblica ha indetto infatti un nuovo concorso per l’assunzione di 17 Operatori Socio Sanitari con contratto di lavoro a tempo indeterminato, categoria B – livello economico Bs.

C’è tempo fino al 29 novembre 2018 per inviare le domande di partecipazione. Ecco quali sono i requisiti richiesti, le prove di selezione e come candidarsi.

REQUISITI PER CONCORSO OSS NAPOLI

Il concorso per Operatore Socio Sanitario è rivolto a tutti i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea.
  • godimento dei diritti politici;
  • idoneità fisica al posto da ricoprire;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva;
  • diploma di istruzione secondaria di primo grado o assolvimento dell’obbligo scolastico;
  • attestato di di Operatore Socio Sanitario conseguito a seguito superamento del corso di formazione di durata annuale.

ITER DI SELEZIONE

I partecipanti verranno valutati in base ai titoli posseduti e ai risultati dello svolgimento delle seguenti prove d’esame:

  • Prova preselettiva eventualmente indetta in caso di numero elevato di domande pervenute e consistente in un test a risposta multipla e/o a risposta sintetica su argomenti di cultura generale, capacità logica, conoscenze tecnico-professionali;
  • Prova pratica;
  • Prova orale sulle materie inerenti la professione di Oss e sulla verifica della conoscenza almeno a livello base della lingua inglese e di elementi di informatica.

INVIO DELLE DOMANDE

Tutti i partecipanti al concorso OSS possono inviare la propria domande di ammissione entro il 29 novembre 2018, utilizzando l’apposita procedura telematica, resa disponibile sul sito internet  del Policlinico di Napoli, alla sezione “Bandi di Concorso”.

Share.

Leave A Reply