Mestre: 1000 posti di lavoro in 4 nuovi Hotel

0

hotel mestreMestre diventerà presto la città degli alberghi. La giunta comunale ha infatti approvato la convenzione urbanistica  relativa a via Ca’ Marcello, che entro pochi mesi vedrà l’avvio dei lavori per la costruzione di quattro nuovi hotel.

Si tratta di un progetto interamente finanziato da investitori stranieri, che offrirà interessanti risolti occupazionali con la creazione di 1000 posti di lavoro.

IL PROGETTO

Il progetto è stato illustrato dall’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin, dai suoi tecnici e dalla presidente della Commissione Consiliare Urbanistica Lorenza Lavini: quattro hotel di diverse categorie verranno realizzati nei prossimi due anni ed offriranno 745 camere e ben 1900 posti letto; 700 metri quadri saranno invece utilizzati per diverse aree commerciali.

L’operazione permetterà al Comune di Mestre di ricevere e quindi gestire un parcheggio multipiano da 266 posti auto, 80 moto e 11 autobus, oltre a uno dei silos previsti. Non saranno gli unici parcheggi della zona, perché gli investitori ne realizzeranno un’altro da 253 posti auto, 16 moto e 66 biciclette.

A carico degli investitori privati anche un’importante intervento di riqualificazione che prevede la realizzazione di una piazza libera non recintata, zone pedonali, aree verdi, con la manutenzione gli spazi esterni agli hotel che sarà a carico dei privati al pari della videosorveglianza.

CHI SONO GLI INVESTITORI

L’operazione, che vedrà investimenti privati per oltre 70 milioni di euro, sarà della società tedesca Mtk, con il contributo di importanti realtà internazionali quali:

  • la Stay City, società anglo-irlandese specializzata in rent apartment;
  • la catena tedesca Leonardo Hotels, del gruppo turistico israeliano Fattal;
  • la catena di ostelli Wombat’s, del gruppo City Hostels;
  • il colosso alberghiero cinese Plateno.

RISVOLTI OCCUPAZIONALI

La costruzione di 4 nuovi hotel e altre attività commerciali porterà ovviamente ad interessanti risvolti sul settore occupazionale della zona. La sola attività alberghiera darà lavoro a circa 1000 persone, senza considerare il personale addetto ai lavori di costruzione e a quelli che verranno impiegati nell’area commerciale prevista nel progetto.

Certamente è presto per parlare di candidature ad eventuali assunzioni, ma vi consigliamo di continuare a seguirci per rimanere aggiornati su quest’importante progetto che sta per partire con l’avvio dei primi lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply