Lotta alle false Partive Iva: quando scatterà l’assunzione?

A fine 2014 c’è stata un vera e propria corsa all’apertura di nuove Partite Iva, soprattutto per godere del vecchio regime agevolato con tassazione al 5%, portata al 15% dall’inizio del 2015 dal Governo Renzi: il numero di partite iva è aumentato del 15% a novembre 2014, ecco perchè l’Agenzia delle Entrate sta intensificando i controlli contro le false partite iva.

3 Indicatori per l’accertamento della subordinazione

L’entrata in vigore del nuovo regime dei minimi con tassazione al 15% e artivcolazione secondo diverse fascie di reddito da 15 a 40 mila euro, contro il vecchio 5% fino a 30 mila euro di ricavi, ha causato l’apertura di migliaia di nuove partite iva a fine 2014. L’Agenzia delle Entrate tenterà così di smascherare le false partite iva, che celano un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato. Verranno quindi utilizzati tre indicatori per l’accertamento della subordinazione da parte del titolare di partita iva privo di ordine o elenco:

  1. avere una postazione fissa di lavoro presso la sede del cliente committente;
  2. una percentuale dell’80% dei corrispettivi annui, per almeno due anni consecutivi, proveniente dalla collaborazione con il committente;
  3. durata della collaborazione che, per due anni consecutivi, non deve superare gli 8 mesi annui.

Conversione del rapporto di collaborazione

E’ sufficiente che si verifichino 2 condizioni su 3 per presupporre la subordinazione del titolare di partitva iva nei confronti del commitente. I controlli partiranno probabilmente dai datori di lavoro e aziende che ricorrono a Partite Iva svolgendo attività in regime di mono-committenza. Cosa succederà dopo i controlli? Gli ispettori dell’Agenzia delle Entrate, verificata la condizione di subordinazione, potanno stabilire la trasformazione del contratto in collaborazione coordinata e continuativa o anche in contratto a tempo indeterminato in determinati casi. L’obiettivo è quello di contrastare le consulenze fittizie, che spesso nascondo un rapporto di lavoro subordinato.  I controlli prenderanno così presto il via.

Lascia un commento

Top