Istituto Poligrafico e Zecca di Stato: assunzioni a Foggia

0

izpsVi piacerebbe lavorare presso l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato?

L’IPZS intende rinnovare la sede pugliese di Foggia, grazie e nuovi investimenti che porteranno a nuove assunzioni entro il 2019. Vediamo cosa c’è da sapere e quali saranno le opportunità di lavoro all’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Ricordiamo che l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato SpA è una società in house del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Si tratta della zecca della Repubblica Italiana, con sede principale in Via Salaria 691, a Roma.

INVESTIMENTI ALL’ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO

Secondo le notizie circolanti, l’IPZS ha stabilito nuovi investimenti per lo stabilimento di Foggia, specializzato nella produzione di carta. L’intenzione è quella di rilanciare la cartiera pugliese puntando a diventare un polo di eccellenza per le produzioni grafiche.

Tali investimenti per lo stabilimento IPZS di Foggia rientrano nel piano strategico 2017-2019 che prevede investimenti per oltre 70 milioni di Euro in 3 anni. A Foggia verranno adeguate le strutture, installati nuovi sistemi informatici utili per incrementare la produzione di carte speciali, filigranate e ologrammi, e per l’ammodernamento della linea targhe.

L’IPZS ha varato in realtà un piano di investimenti generale per un totale di 300 milioni di euro, necessari per ammodernare tutti gli impianti industriali dell’Istituto, non solo a Foggia.

RISVOLTI OCCUPAZIONALI

Il piano di investimento dell’Istituto porterà alla creazione di nuovi posti di lavoro nel sito foggiano: secondo le ultime indiscrezioni saranno una trentina le assunzioni che verranno coperte nei prossimi 3 anni, utili a sostenere l’aumento di produzione.

COME CANDIDARSI

Tutti gli interessati alle future assunzioni presso l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato possono collegarsi alla pagina Lavora con noi della società, da cui visionare le posizioni aperte ed inviare il curriculum vitae tramite l’apposito form online.

Leave A Reply