Garante Protezione Dati Personali: concorso per 8 assunzioni

0

garante_privacyNuove assunzioni presso l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

E’ stato  indetto un nuovo concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 8 posti di lavoro nel profilo di funzionario giuridico-amministrativo.

C’è tempo fino al 18 febbraio 2018 per candidarsi al bando. Ecco tutte le informazioni utili sul concorso.

8 ASSUNZIONI ALL’UFFICIO GARANTE DEI DATI PERSONALI

Il concorso prevede quindi l’assegnazione di 8 posti di funzionario in prova, da inquadrare nel ruolo dell’Ufficio del Garante per la protezione dei dati personali, con profilo giuridico o amministrativo.

Dei posti disponibili il 40% è riservato al personale in servizio presso l’Ufficio del Garante alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, purché in possesso di uno dei diplomi di laurea richiesti tra i requisiti e che abbia maturato presso l’Ufficio in qualità di funzionario un’esperienza, anche non continuativa, non inferiore a tre anni in posizione di comando o di fuori ruolo o con contratto a tempo determinato o con rapporto di collaborazione continuativa e coordinata, oppure in qualità di impiegato operativo con un’esperienza anche non continuativa nell’area operativa, non inferiore a cinque anni.

REQUISITI DI AMMISSIONE

Ai candidati è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma di laurea (vecchio ordinamento) in giurisprudenza, scienze politiche o economia e commercio, o diploma di laurea equipollente, nonché le corrispondenti lauree specialistiche/magistrali del nuovo ordinamento, ovvero titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto equipollente alle predette lauree in base alla legislazione vigente in Italia;
  • specifica esperienza di carattere prevalente e continuativo in materia di protezione dei dati personali, di durata almeno triennale negli ultimi cinque anni, in uno dei seguenti ambiti:

– attività di studio e ricerca presso istituzioni di ricerca e universitarie, effettuate a seguito di superamento di prova concorsuale, ovvero all’interno di primari enti, istituzioni, istituti o imprese di rilievo nazionale e in istituzioni comunitarie o internazionali;

– attività lavorativa nella qualifica di funzionario o qualifiche equiparate (per l’accesso alle quali è previsto il possesso del diploma di laurea) presso amministrazioni dello Stato o altre pubbliche amministrazioni, anche indipendenti, nazionali, comunitarie o internazionali, in istituti di istruzione universitaria, in istituti di ricerca pubblici o privati di livello nazionale o internazionale, o in imprese di notevole rilievo nazionale, comunitario o internazionale;

– attività professionale, in materie attinenti alla posizione da ricoprire, presso studi legali o commerciali, in qualità di libero professionista;

  • aver prestato servizio presso l’Ufficio del Garante in posizione di comando o di fuori ruolo o con contratto a tempo determinato in qualità di funzionario o con rapporto di collaborazione continuativa e coordinata che abbia maturato un’esperienza, anche non continuativa, non inferiore a tre anni, purché in possesso di uno dei diplomi di laurea richiesti;
  • aver prestato servizio nell’area operativa del ruolo organico del Garante da almeno cinque anni ed essere in possesso di uno dei diplomi di laurea richiesti;
  • aver compiuto 18 anni;
  • cittadinanza  italiana  o  di  altro Stato  membro  dell’Unione  europea o equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  • idoneità  fisica all’impiego;
  • conoscenza approfondita della lingua inglese.
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
  • non essere stati destituiti, licenziati o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero siano stati dichiarati decaduti o licenziati senza preavviso per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile o, comunque, con mezzi fraudolenti;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici.

PROVE DI SELEZIONE

Il concorso prevede per tutti i candidati la valutazione dei titoli e lo svolgimento delle seguenti prove d’esame:

  • prima prova scritta con attinenza all’attività istituzionale del Garante, ossia diritto costituzionale, diritto dell’Unione europea, diritto civile, diritto amministrativo e diritto penale.
  • seconda prova scritta a contenuto teorico-pratico, consistente nella soluzione di questioni e quesiti attinenti alle seguenti materie: ordinamento del Garante per la protezione dei dati personali e normativa in materia di protezione dei dati personali.
  • prova orale consistente nella valutazione della personalità, della preparazione e delle capacità professionali dei candidati, nonchè sulla discussione delle prove scritte, delle esperienze di studio, delle eventuali pubblicazioni prodotte dal candidato, sull’analisi di questioni e temi nelle materie delle prove scritte e sull’accertamento della conoscenza della lingua inglese.

DOMANDE DI AMMISSIONE

I candidati interessati al concorso devono inviare le domande di ammissione, redatte secondo il modello allegato al bando, entro il 18 febbraio 2018 secondo una delle seguenti modalità:

  • posta elettronica certificata all’indirizzo PEC protocollo@pec.gpdp.it;
  • raccomandata all’Ufficio del Garante per la protezione dei dati personali, Piazza di Monte Citorio n. 121, 00186 Roma.
Share.

Leave A Reply