1200 posti di lavoro in Emilia Romagna da ben 17 aziende

0

emilia romagnaL’Emilia Romagna è una regione che da tempo attira grandi gruppi industriali, pronti ad effettuare investimenti nel territorio. Grazie al Bando “Attrattività”, promosso dalla Giunta regionale in base alla legge 14/2014, sono 17 le aziende e i grandi gruppi industriali che realizzeranno investimenti per oltre 611 milioni di euro, creando oltre 1.200 posti di lavoro in Emilia.

INVESTIMENTI PER 67 MILIONI DI EURO

Il bando è stato reso possibile grazie alla Legge regionale 14/2014, nata per accrescere l’attrattività e la competitività del sistema produttivo emiliano romagnolo fornendo agevolazioni per investimenti di interesse regionale. La Regione quindi contribuirà ai diversi progetti con una quota del 10% del totale dell’intero tesoretto: 67 milioni di euro che entro il 2018 aiuteranno le aziende a crescere nel territorio emiliano, creando nuova occupazione.

PROGRAMMI DI INVESTIMENTO

Sono quattro le tipologie dei programmi per i quali le imprese hanno avanzato le proposte. Ecco quali sono le aziende effettueranno interventi in Emilia e creeranno nuovi posti di lavoro:

  • programma di investimento ad elevato impatto occupazionale (assunzione di più di 150 addetti): Automobili Lamborghini Spa, Ynap Spa e Teko Telecom srl;
  • programma di investimento adelevato contenuto tecnologico (assunzione di più di 50 addetti, ma almeno il 40% laureati): Bosch Rexroth Oil Control, Bva Srl, Ducati Motor Holding, Avl Italia Srl, B.Braun Avitum Italy, Elettric 80  e Comer Industries Spa;
  • programma sulla creazione di centri di ricerca e sviluppo con almeno 20 ricercatori laureati: Ima Spa, High Performance Engineering, Ecor Research e Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori IRST IRCCS;
  • programma sulla riconversione produttiva con almeno 100 addetti e incremento occupazionale del 10%: Seci, Fox Spa di Renzo Bompani e C. e Scm Fonderie Srl.

OTTIME RISPOSTE ALLE AZIENDE IN EMILIA

Si tratta quindi di oltre 1.200 posti di lavoro che si aggiungeranno alle centinaia di assunzioni nel nuovo stabilimento Philip Morris di Crespellano i cui lavori termineranno a breve. Come confermato dal presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, grandi imprese multinazionali che avrebbero potuto investire in altre zone d’Europa hanno scelto invece l’Emilia, segno che la regione è attraente dal punto di vista imprenditoriale, delle infrastrutture e della velocità nelle risposte sulle procedure da adottare.

Ricordiamo che tutte le proposte hanno concluso positivamente la fase di ammissione e andranno adesso alla valutazione tecnica, con la presentazione del dettaglio dei singoli progetti e la definizione degli accordi di insediamento e di sviluppo.

RISVOLTI POSTIVI NELLE AREE DEL SISMA 2012

Un dato molto interessante riguarda il fatto che 6 Imprese che hanno presentato la richiesta hanno la sede d’intervento in comuni rientranti nell’area del sisma del 2012. Tre di esse infatti sono localizzate in aree fortemente colpite dal tragico evento, come Nonantola (Mo), Mirandola (Mo) e Reggiolo (Re).

INTERVENTI PREVISTI

Sono quindi previsti interventi per ciascuna delle provincie emiliane. Ecco nel dettaglio quali sono gli interventi previsti in fase di definizione e i posti di lavoro che verranno creati:

FERRARA

  • Fox Spa, riconversione industriale nell’ambito degli elettrodomestici, 20 posti di lavoro.

PARMA

  • Seci Spa, riconversione sito ex Eridania, 100 posti.

FORLI’ 

  • Irst Irccs srl, cura, ricerca e formazione in campo oncologico, 20 posti.

RIMINI

  • SCM Fonderie srl, produzioni in ghisa, 20 posti.

REGGIO EMILIA

  • Elettric 80 Spa, fabbricazione robot industriali, 60 posti;
  • Comer Industries Spa, produzione e commercializzazione organi di trasmissione di potenza in campo agricolo, 56 posti;
  • AVL Italia srl, motori ibridi e elettrici, 52 posti.

REGGIANO E MODENESE

  • Bosch Rexroth Oil Control Spa, ampliamento e diversificazione dell’attività nel campo delle soluzioni oleodinamiche, 50 posti.

MODENA

  • High Performance Engineering srl, progettazione impianti e attrezzatture meccaniche, 21 posti;
  • B.Braun Avitum Italy, apparecchi medicali, 50 posti;
  • Ecor Research Spa, costituzione di un centro di ricerca a Castelvetro, 24 posti.

BOLOGNA

  • Ima Spa, macchine automatiche, realizzazione centro di ricerca aperto alla subfornitura, 20 posti;
  • B.V.A srl, produzione di stampi, 58 posti;
  • Automobili Lamborghini, costruzione Suv Urus, 205 posti;
  • Ducati Motor Holding, sviluppare nuovi modelli di moto, 62 posti;
  • YNAP Spa, potenziamento struttura digitale a supporto dell’e-commerce, 205 posti;
  • Teko Telecom srl, progettazione e produzione sistemi per telecomunicazioni, 260 posti.
Share.

Leave A Reply