Concorso Pubblico Uffici giudiziari: 1071 posti di lavoro da mobilità esterna

1071 posti di lavoro presso gli Uffici Giudiziari di tutta Italia per colmare le carenze di organico: è stato firmato il decreto che sfrutterà i 30 milioni di euro stanziati dal Governo per sopperire alle difficoltà della pubblica amministrazione all’interno dei tribunali. Il bando di selezione è quindi aperto: vediamo subito maggiori dettagli sul nuovo concorso pubblico per dipendenti degli uffici giudiziari di tutta Italia a cui è possibile candidarsi entro il 6 marzo 2015.

Concorso Uffici giudiziari tramite mobilità esterna

I 1.071 i disponibili presso gli uffici giudiziari verranno coperti tramite procedure di mobilità esterna; il bando è rivolto a candidati dipendenti a tempo pieno ed indeterminato delle pubbliche amministrazione, quindi non solo relativo al comparto dei Ministeri. I posti disponibili saranno suddivisi  in base ai seguenti profili professionali:

  • 88 posti di direttore amministrativo – area III (COD. 1)
  • 739 posti di funzionario giudiziario – area III (COD. 2)
  • 8 posti di funzionario contabile – area III (COD. 3)
  • 29 posti di cancelliere – area II (COD. 4)
  • 7 posti di assistente informatico – area II (COD. 5)
  • 160 posti di assistente giudiziario – area II (COD. 6)

All’interno dell’allegato A è possibile consultare l’elenco di tutti i posti vacanti disponibili.

Chi può partecipare?

Possono partecipare alla procedura di mobilità esterna per i posti disponibili presso gli uffici giudiziari i dipendenti a tempo pieno e indeterminato delle pubbliche amministrazioni oppure i dipendenti di uno dei Dipartimenti del Ministero della Giustizia diversi dall’organizzazione giudiziaria.

Quali sono le Pubbliche amministrazioni comprese?

Si intendono Pubbliche Amministrazioni tutte le amministrazioni dello Stato, compresi gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende e amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane e i loro consorzi e associazioni, le Università, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di Commercio e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

Requisiti

Per candidarsi è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • assenza di procedimenti penali pendenti in corso e assenza di condanne penali che impediscano il lavoro presso le Pubbliche Amministrazioni;
  • assenza di procedimenti disciplinari in corso e assenza di sanzioni disciplinari nei due anni precedenti la data di scadenza dell’avviso;
  • pieno godimento dei diritti civili e politici
  • periodo di prova superato presso l’Amministrazione di appartenenza.

Chi non può partecipare alla mobilità esterna?

Non potranno partecipare alla procedura di mobilità esterna i dipendenti a tempo pieno e indeterminato appartenenti alle categorie protette (legge 68/1999).

Come candidarsi

I partecipanti dovranno inviare le domande di partecipazione entro il 6 marzo 2015, tramite consegna a mano o raccomandata a/r al Ministero della Giustizia, Via Arenula 70, Roma, oppure tramite posta elettronica certificata alla mail mobilitagiustizia.dog@giustiziacert.it.

Lascia un commento

Top