Assunzioni per 16 Insegnanti in Emilia Romagna

0

Interessanti opportunità di lavoro per Insegnanti di Scuola dell’Infanzia di Emilia Romagna. La Provincia di Forlì-Cesena ha indetto un concorso pubblico unico, per l’assunzione di 16 docenti con contratti a tempo indeterminato presso il Comune di Forlì a l’ASP di Cesena Valle Savio. C’è tempo fino al 13 Aprile 2016 per inviare le domande di ammissione al bando.

BANDO INSEGNANTI A FORLI’-CESENA

Il concorso indetto dalla Provincia di Forlì-Cesena, con selezione per titoli ed esami, prevede la copertura a tempo indeterminato e pieno dei seguenti posti di lavoro:

  • 2 posti di Insegnante Scuola dell’Infanzia, cat. C, presso il Comune di Forlì;
  • 14 posti di Insegnante Scuola dell’Infanzia, cat. C, presso l’Azienda Servizi alla Persona Distretto di Cesena Valle Savio.

REQUISITI DI AMMISSIONE

Per lo svolgimento delle funzioni di Insegnante di Scuola dell’Infanzia i titoli di studio previsti per l’accesso in re -lazione alla normativa statale attualmente vigente, sono i seguenti:

  •  Laurea in Scienze della Formazione Primaria – indirizzo Scuola dell’Infanzia  oppure Diploma conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, in corsi ordinari e sperimentali delle Scuole magistrali per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e degli Istituti magistrali per l’insegnamento nella
    scuola dell’infanzia e nella scuola elementare (Diploma di scuola magistrale, Diploma di Istituto Magistrale, Diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole del grado preparatorio, Diploma Liceo Socio Psico-Pedagogico), o titolo equipollente
  • essere cittadini italiani (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero essere cittadini di Stato membro dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi cittadinanza di stato membro, ovvero essere cittadini di Paesi terzi purchè titolari del permesso di soggiorno CE per i soggiornanti di lungo periodo ovvero titolari dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria.
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e passivo, e devono avere un’adeguata
    conoscenza della lingua italiana.
  • età non inferiore agli anni 18;
  • idoneità fisica all’impiego e alle mansioni.
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • godimento dei diritti civili e politici, anche negli Stati di appartenenza o provenienza, secondo le vigenti
    disposizioni di legge;
  •  essere iscritti nelle liste elettorali del Comune di residenza, secondo le vigenti disposizioni di legge;
  • non avere riportato condanne penali che impediscano ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con Pubbliche Amministrazioni;
  • non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che l’impiego fu conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

PROVE D’ESAME

Il concorso per Insegnati di Scuola d’Infanzia prevede lo svolgimento di diverse prove di selezione: una prova di preselezione, una prova scritta e una prova orale. Tutte le prove verteranno sulle seguenti materie ed argomenti:

  • L’infanzia, i bambini oggi e i loro diritti;
  • Genesi storica del concetto di “infanzia”;
  • Condizione del bambino nella vita familiare e sociale contemporanea;
  • I diritti dei bambini e delle bambine nelle Carte internazionali;
  • Psicologia dello sviluppo;
  • Conoscenza delle principali teorie dello sviluppo cognitivo, affettivo e sociale, con particolare riferimento agli aspetti rilevanti per l’età 3-6 anni;
  • La scuola dell’infanzia come scuola del bambino;
  • Dalla scuola materna come servizio di supporto assistenziale alla famiglia alla scuola dell’infanzia come scuola del bambino;
  • La scuola dell’infanzia nel sistema formativo e scolastico;
  • Continuità educativa orizzontale e verticale: finalità, soggetti e azioni.

Tutti i dettagli sulle prove d’esame sono consultabili all’interno del bando di concorso completo.

CALENDARIO D’ESAME

Le prove d’esame si svolgeranno secondo il seguente calendario:

  • Preselezione: GIOVEDI’ 05 maggio 2016 alle ore 15,30 presso il Pala Credito di Romagna (adiacente alla Fiera di Forlì) in via Punta di Ferro – Forlì;
  • Prova scritta: GIOVEDI’ 19 maggio 2016 alle ore 15,30 presso il Palazzetto di villa Romiti, in Via Sapinia n. 38, Forlì;
  • Colloqui: indicativamente, nel periodo dal 13 al 30 giugno 2016 sede e orari da definire.

DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

I candidati dovranno inviare le domande di ammissione al concorso, mediante il modulo allegato al bando, entro il 13 Aprile 2016, esclusivamente tramite una delle seguenti modalità:

  • consegna a mano all’Ufficio Associato Assunzioni e Trattamento Giuridico, oppure all’Ufficio Relazioni con il pubblico della Provincia di Forlì-Cesena, situati in p.zza Morgagni 9 a Forlì, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il martedì anche dalle 15.00 alle 16.30;
  • raccomandata a/r indirizzata a Provincia di Forlì-Cesena, P.zza Morgagni 9 – 47121 Forlì;
  • posta elettronica certificata istituzionale (PEC) dell’Amministrazione  provinciale all’indirizzo provfc@cert.provincia.fc.it.

Ulteriori informazioni sul concorso possono essere reperite all’interno della sezione Concorsi del sito della Provincia di Forlì-Cesena.

Leave A Reply