Concorso assunzioni al Comune di Firenze: 22 posti di lavoro

0

comune firenzeVentidue assunzioni presso il Comune di Firenze. E’ stato pubblicato il bando di concorso con cui l’amministrazione fiorentina intende coprire nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nel profilo di Istruttore Direttivo Amministrativo.

Vediamo quali sono i profili ricercati, i requisiti, le prove di selezione e le modalità per inviare le candidature.

POSTI DI LAVORO PRESSO IL COMUNE DI FIRENZE

Il bando indetto dal Comune di Firenze prevede quindi la copertura di 22 posti a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo – cat. giuridica D1 del Comparto Regioni e Autonomie Locali).

Su tali posti operanti le seguenti riserve:

  • 30% dei posti dono riservati per legge ai volontari delle Forze Armate di cui agli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. 15.3.2010, n. 66 “Codice dell’ordinamento militare”;
  • 20% dei posti riservati ai dipendenti del Comune di Firenze.

Si ricorda che non operano alcune riserve di posti per le categorie protette poiché l’Amministrazione procederà alla copertura della quota d’obbligo con provvedimenti ad hoc.

 

REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLE SELEZIONI

Vediamo quali sono i requisiti richiesti ai candidati per poter partecipare al concorso:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea o cittadinanza extracomunitaria, secondo le condizioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. 30.3.2001;
  • età minima 18 anni;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento del diritto di elettorato politico attivo;
  • non avere riportato condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel Capo I, Titolo II, Libro II del Codice Penale;
  • non essere sottoposto a misure restrittive della libertà personale;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico;
  • non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (solo per i cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985) anche nel paese di appartenenza;

Si richiede inoltre il possesso di un Diploma di Laurea vecchio ordinamento in Economia e Commercio, Giurisprudenza o Scienze Politiche, oppure Laurea Specialistica o Magistrale equiparata a uno dei Diplomi di Laurea specificati, oppure ancora una tra le seguenti Lauree Triennali: Scienze dei servizi giuridici, Scienze giuridiche, Scienze dei servizi giuridici, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, Scienze dell’economia e della gestione aziendale, Scienze dell’economia e della ge- stione aziendale, Scienze dell’amministrazione, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, Scienze economiche.

ITER DI SELEZIONE

Il concorso prevede per tutti i candidati la valutazione dei titoli e lo svolgimento del seguente iter di selezione:

– una prova preselettiva, eventualmente indetta in caso di numero elevato di istanze pervenute e consistente nello svolgimento di un quiz sulle materie previste dal programma di esame e in un quiz di tipo attitudinale.

– una prima prova scritta che consisterà in domande a risposta aperta su temi oggetto del programma di esame;

– una seconda prova scritta a contenuto teorico-pratico, consistente in un elaborato volto a verificare la capacità dei candidati ad affrontare casi, temi e problemi tipici del profilo messo a concorso, mediante l’individuazione di iter procedurali o percorsi operativi e/o soluzione di casi e/o stesura di schemi di atti.

– una prova orale si articolerà in un colloquio su temi oggetto del programma di esame, sulla verifica della capacità di utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel, Posta elettronica, Internet) e sulla conoscenza di una lingua straniera scelta dal candidato.

PROGRAMMA DI ESAME

Ecco quali sono gli argomento d’esame su cui verteranno le prove di selezione:

  • Elementi di diritto costituzionale;
  • Elementi di diritto amministrativo;
  • Il procedimento amministrativo;
  • La documentazione e la certificazione amministrativa;
  • Il diritto di accesso e la riservatezza dei dati personali;
  • Normativa in materia di anti-corruzione e di trasparenza;
  • Disciplina dei contratti pubblici (appalti e concessioni di lavori servizi e forniture);
  • Ordinamento istituzionale degli Enti Locali (D.lgs n. 267/2000 e ss.mm.ii.);
  • Ordinamento contabile e finanziario degli Enti Locali (D.lgs n. 267/2000 e ss.mm.ii.).
  • I tributi locali;
  • Ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche;
  • I servizi pubblici locali e le relative forme di gestione;
  • Misurazione e valutazione della performance dell’Amministrazione Pubblica. 
  • Il sistema dei controllo degli Enti Locali;
  • I delitti contro l’Amministrazione Pubblica;
  • Le responsabilità dei pubblici dipendenti;
  • Disciplina sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

COME INVIARE LE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

I candidati devono inviare le domande di partecipazione entro il 29 giugno 2017 esclusivamente tramite l’apposta proceduta di registrazione online disponibile sul sito www.comune.fi.it nella sezione “Bandi aperti”. Si ricorda che è necessario registrarsi al Portale dei Servizi online del Comune di Firenze per poter procedere all’iscrizione al concorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply