Regione Emilia Romagna: bandi per Dirigenti a tempo determinato

0

regione emilia romagnaLa Regione Emilia Romagna ha indetto numerosi nuovi concorsi pubblici, per titoli e colloquio, per l’assunzione di diversi profili dirigenziali con incarichi a tempo determinato. Le selezioni sono rivolte a candidati in possesso di laurea. Vediamo quali sono i bandi attivi e come partecipare entro la scadenza del 3 Dicembre 2015.

BANDI DIRIGENTI REGIONE EMILIA ROMAGNA

La Regione Emilia Romagna ha quindi dato il via a numerose procedure di selezione pubblica per la copertura di numerosi posti di lavoro dirigenziali, ex art 18 L.R. n. 43/2001. I profili ricercati prevedono assunzioni a tempo determinato di 12 mesi e una selezioni per titoli e colloquio.

POSTI DISPONIBILI

Vediamo quali sono i bandi disponibili a cui è possibile partecipare:

  • Responsabile del Servizio Parchi e risorse forestali presso la Direzione Generale Ambiente e difesa del suolo e della costa;
  • Responsabile del Servizio Affari generali, giuridici e programmazione finanziaria presso la Direzione Generale Reti infrastrutturali logistica e sistemi di mobilità;
  • Responsabile del Servizio Autorità di audit presso la Direzione Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali;
  • Responsabile del Servizio Collegamento con gli organi dell’Unione Europea a Bruxelles presso la Direzione Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese. Relazioni europee e relazioni internazionali;
  • Responsabile del Servizio Innovazione e semplificazione amministrativa presso la Direzione Generale Centrale Affari istituzionali e legislativi;
  • Responsabile del Servizio Politiche di sviluppo economico, ricerca industriale e innovazione tecnologica presso la Direzione Generale Attività produttive, commercio e turismo;
  • Professional Supporto all’attività di analisi ricerca e studi economici ed alla predisposizione di progetti regionali interregionali ed europei e loro monitoraggio presso la Direzione Generale Attività produttive, commercio e turismo;
  • Responsabile del Servizio Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese presso la  Direzione Generale Attività produttive, commercio e turismo;
  • Responsabile del Servizio Formazione professionale presso la Direzione Generale Cultura, formazione e lavoro;
  • Responsabile del Servizio Gestione e controllo delle attività realizzate nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro presso la Direzione Generale Cultura, formazione e lavoro;
  • Responsabile del Servizio Programmazione,valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro presso la Direzione Generale Cultura, formazione e lavoro;
  • Responsabile del Servizio Comunicazione, educazione alla sostenibilità e strumenti di partecipazione presso Direzione Generale Centrale Organizzazione, personale, sistemi informativi e telematica;
  • Professional Presidio delle attività di progettazione e sviluppo applicativo presso la Direzione Generale Centrale Organizzazione, personale, sistemi informativi e telematica.

REQUISITI RICHIESTI

Possono partecipare ai bandi di concorso della Regione Emilia Romagna i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il
    collocamento a riposo d’ufficio;
  • possesso di un diploma di laurea (vecchio ordinamento) o Laurea Specialistica o
    Magistrale (nuovo ordinamento);
  • comprovata qualificazione professionale per aver maturato una esperienza di almeno5
    anni anche non continuativi e una specifica professionalità nelle materie oggetto
    dell’incarico acquisita nella qualifica dirigenziale in Amministrazioni pubbliche oppure in Enti
    di diritto pubblico o aziende pubbliche o private, nelle libere professioni ovvero in altre
    attività professionali di particolare qualificazione equiparabili al ruolo dirigenziale;
  • non essere stati licenziati per motivi disciplinari da una pubblica amministrazione di cui
    all’art.1, co.2 del D.Lgs. 165/2001;
  • non essere collocati in quiescenza (art. 5, c.9 D.L. n. 95 del 2012, convertito in legge n.
    135 del 2012 e ss.mm.ii.);
  • non essere stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati
    previsti nel Capo I, Titolo II, Libro II del codice penale, riepilogati alla Nota 1 (ai sensi
    dell’art. 35 bis, comma 1 lett. b), del D.Lgs. n. 165/2001 e art. 3 del D.Lgs. n. 39/2013);
  • non trovarsi in alcuna ulteriore situazione che possa comportare l’inconferibilità
    dell’incarico dirigenziale ai sensi del D.Lgs. n. 39/2013 e precisamente di non essere stati nei due anni antecedenti la data di conferimento dell’incarico, componente della Giunta
    regionale o dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, nell’anno antecedente la data di conferimento dell’incarico componente di una Giunta o di un Consiglio di una provincia o di un comune con popolazione superiore a 15.000 abitanti (o associazione tra comuni che raggiungano assieme la medesima popolazione) emilianoromagnoli, nell’anno antecedente il conferimento dell’incarico, presidente o amministratore delegato di un ente di diritto privato in controllo da parte della Regione Emilia-Romagna o di uno degli enti locali citati nel precedente alinea;
  • non avere condanne o processi penali pendenti per reati che, se accertati con sentenza passata in giudicato, comportino la sanzione disciplinare del licenziamento.

COME CANDIDARSI

Gli interessati possono candidarsi ai vari bandi di selezione della Regione Emilia Romagna compilando le apposite domande disponibili sul portale e-recruiting della Regione entro il 3 Dicembre 2015, allegando i documenti richiesti dalla procedura di iscrizione.

Share.

Leave A Reply