Comune Trieste: 132 assunzioni con nuovi Concorsi

0

triestePer chi cerca lavoro nel settore pubblico, il Comune di Trieste ha annunciato la necessità di coprire ben 132 posti di lavoro che saranno lasciati liberi dal personale che andrà in pensione entro i prossimi 3 anni.

Il comune friuliano prevede quindi l’indizione di nuovi concorsi pubblici per nuovi inserimenti e procedure di mobilità. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle prossime assunzioni al Comune di Trieste.

TRIESTE ASSUNZIONI IN COMUNE

La notizie delle nuove assunzioni al Comune di Trieste è stata di recente riportata dal quotidiano locale Il Piccolo. L’amministrazione del capoluogo friulano pare abbia presentato un programma di assunzioni per il prossimo triennio, attualmente in fase di approvazione.

Si tratta delle assunzioni previste per il triennio 2017/2019, necessarie per favorire il turn over del personale che andrà in pensione nei prossimi tre anni, in particolare ben 197 lavoratori.

Verranno quindi indetti nuovi concorsi pubblici da parte del Comune di Trieste, che inizialmente coinvolgeranno le procedure di mobilità obbligatorie tra comuni e successivamente nuove selezioni pubbliche aperte a tutti.

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

I posti da coprire, in sostituzione del personale in uscita, saranno 132, distribuiti nell’acro del prossimo triennio. Nel 2017 saranno coperti ben 72 posti di lavoro, nel 2018 altri 40 e infine nel 2019 i restanti 20 posti.

Non è ancora chiaro però quali saranno le figure ricercate da parte dell’amministrazione triestina, ma secondo le voci circolanti almeno quaranta posti saranno destinati alla Polizia Locale, mentre i restanti gli altri settori amministrativi e tecnici degli uffici comunali.

PAGINA CONCORSI COMUNE DI TRIESTE

Per le nuove assunzioni presso il Comune di Trieste bisognerà attendere l’avvio di nuove selezioni di personale. Per questo motivo vi segnaliamo la pagina Concorsi del sito istituzionale del Comune di Trieste in cui è possibile consultare in ogni momento gli eventuali bandi di assunzione, nuovi e per mobilità, pubblicati dall’amministrazione e seguire le istruzione per partecipare alle selezioni.

Leave A Reply