Cassazione: l’azienda non può obbligare al lavoro festivo

0

cassazioneLa Cassazione ha stabilito che il datore di lavoro non può obbligare i dipendenti a lavorare nei giorni festivi. La sentenza arriva in risposta al ricorse dell’azienda Loro Piana di Romagnano Sesia che aveva sanzionato una propria commessa per non essersi presentata al lavoro il giorno dell’Epifania.

Nessun obbligo di lavoro festivo

La sanzione imposta dall’azienda alla dipendente era già stata giudicata illegittima dal Tribunale di Vercelli e dalla Corte d’Appello di Torino; adesso è stata la Cassazione ha mettere l’ultima parola confermando l’illegittimità della multa e la conseguente impossibilità per l’azienda nell’obbligare al turno di lavoro festivo la dipendente.

La Cassazione ha infatti sentenziato che “il riposo per le festività, così come il riposo domenicale, non hanno una semplice funzione di ristoro ma un’importante fruizione di tempo libero qualificato”. Solo per il personale dipendente di istituzioni sanitarie pubbliche o private sussiste l’obbligo della prestazione lavorativa durante le festività per esigenze di servizio e su richiesta del datore di lavoro.

Possibile accordo con il datore, ma senza obbligo

La vicenda oggetto della sentenza tra l’altro risale ad undici anni fa e ha confermato il torto dell’azienda in tutti i gradi di giudizio. l dipendenti del punto vendita Loro Piana di Romagnano erano stati “invitati” a lavorare oltre all’Epifania, anche Santo Stefano, 25 aprile e primo maggio. La Cassazione, ultima ad esprimersi sulla vicenda, ha rigettato il ricorso della azienda tessile oggi di proprietà dal gruppo francese del lusso Lvmh, ribadendo che il lavoratore può prestare servizio durante le festività infrasettimanali celebrative di ricorrenze religiose o civili solo se c’è accordo con il datore di lavoro, quindi senza alcun obbligo da parte del lavoratore.

Share.

Leave A Reply