Banca d’Italia: bando per Borse di Studio 2016/2017

0

banca d'italiaLa Banca d’Italia ha pubblicato il bando 2016/2017 per l’assegnazione di nuove borse di studio intitolate a Bonaldo Stringher, Giorgio Mortara e Donato Menichella. Le borse di studio sono finalizzate al finanziamento di corsi universitari sia all’estero che in Italia, in ambiti ritenuti di interesse per l’Istituto bancario centrale italiano.

Borse di Studio Banca d’Italia 2016/2017

Le borse di studio messe a disposizione dalla Banca d’Italia sono 7, per un valore di 27.000 euro per ogni anno accademico. Le borse di studio prevedono l’obbligo della frequenza per l’anno accademico 2016-2017 di un corso universitario di perfezionamento, di durata non inferiore a nove mesi a scelta del candidato.

Le borse di studio da assegnare sono le seguenti:

  • 3 borse di studio “Bonaldo Stringher”  per il perfezionamento degli studi all’estero nel campo dell’economia politica e della politica economica;
  • 2 borse di studio “Giorgio Mortara” per il perfezionamento degli studi all’estero sulle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche;
  • 2 borse di studio “Donato Menichella” per il perfezionamento degli studi in Italia o all’estero sulle interrelazioni tra crescita economica ed ordinamento giuridico e sugli impatti della regolamentazione sulle attività economiche.

Requisiti richiesti

Per candidarsi all’assegnazione delle borse di studio della Banca d’Italia i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea oppure altra cittadinanza come previsto dall’art. 38 del D. Lgs. 165/2001;
  • laurea specialistica, magistrale, quinquennale o di durata superiore, conseguita dopo 31 luglio 2013 con votazione non inferiore a 110 / 110;
  • ottima conoscenza della lingua straniera utilizzata nei corsi universitari prescelti.

Come candidarsi

Gli interessati dovranno inviare domande di partecipazione, come da indicazione del bando, entro le ore 18.00 del 12 ottobre 2015, tramite l’apposita procedura on line disponibile sul sito web della Banca d’Italia.

Share.

Leave A Reply