Autorizzazione al Trattamento dei Dati Personali nel curriculum vitae

0

Autorizzazione-al-Trattamento-dei-Dati-Personalizione è un’errore spesso frequente tra chi cerca lavoro, che certamente porterà il proprio curriculum ad essere cestinato.

Vediamo di fare chiarezza su questo argomento così importante in modo da evitare di non essere considerati dalle aziende.

COSA SIGNIFICA AUTORIZZARE IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Acconsentire al Trattamento Dei Dati Personali nel proprio Curriculum significa autorizzare chi prenderà in visione il nostro curriculum vitae al trattamento dei dati personali coperti e tutelati dalla legge sulla Privacy.

Dimenticarsi tale autorizzazione non permette quindi alle aziende (responsabili, addetti alle Risorse Umane, etc) di contattarci in caso risultassimo di interesse per un’eventuale colloquio di lavoro. E’ evidente quindi l’importanza di tale autorizzazione ai fini di un’eventuale inserimento in azienda.

QUAL’E’ IL CONCETTO DI TRATTAMENTO DEI DATI

Nel trattamento dei dati personali rientrano tutte le operazioni, effettuate anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, quali:

  • l’utilizzo dei Dati
  • la consultazione dei Dati
  • la raccolta dei Dati
  • la registrazione dei Dati
  • l’organizzazione dei Dati
  • la conservazione dei Dati
  • l’elaborazione dei Dati
  • la modifica dei Dati
  • l’estrazione dei Dati
  • il raffronto dei Dati
  • la selezione dei Dati
  • l’interconnessione dei Dati
  • il blocco dei Dati
  • la diffusione dei Dati
  • la comunicazione dei Dati
  • la cancellazione di dati

COSA VA INDICATO NEL CURRICULUM E DOVE?

Il curriculum vitae è fondamentali che contenga l’apposita dicitura “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Sono ovviamente inseribili diciture differenti come ad esempio il semplice “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003”, ma il concetto non cambia. L’autorizzazione al trattamento dei dati deve essere inserita e deve riportare il relativo riferimento di legge.

Il consiglio è quello di inserire l’autorizzazione in fondo alla pagina, in modo che non intralci la lettura del curriculum agli occhi dei selezionatori.

COSA DICE LA LEGGE? ECCO IL D. LGS. 196/2003

Per capire meglio la normativa sulla Privacy nel Curriculum vitae è bene conoscere il contenuto dell’Art. 13 del  Decreto Legislativo 196/2003 in Materia di Privacy. Vi proponiamo quindi il testo completo:

1. L’interessato o la persona presso la quale sono raccolti i dati personali sono previamente informati oralmente o per iscritto circa:

a) le finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati;
b) la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati;
c) le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere;
d) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, e l’ambito di diffusione dei dati medesimi;
e) i diritti di cui all’articolo 7;
f) gli estremi identificativi del titolare e, se designati, del rappresentante nel territorio dello Stato ai sensi dell’articolo 5 e del responsabile. Quando il titolare ha designato più responsabili è indicato almeno uno di essi, indicando il sito della rete di comunicazione o le modalità attraverso le quali è conoscibile in modo agevole l’elenco aggiornato dei responsabili. Quando è stato designato un responsabile per il riscontro all’interessato in caso di esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, è indicato tale responsabile.

2. L’informativa di cui al comma 1 contiene anche gli elementi previsti da specifiche disposizioni del presente codice e può non comprendere gli elementi già noti alla persona che fornisce i dati o la cui conoscenza può ostacolare in concreto l’espletamento, da parte di un soggetto pubblico, di funzioni ispettive o di controllo svolte per finalità di difesa o sicurezza dello Stato oppure di prevenzione, accertamento o repressione di reati.

3. Il Garante può individuare con proprio provvedimento modalità semplificate per l’informativa fornita in particolare da servizi telefonici di assistenza e informazione al pubblico.

4. Se i dati personali non sono raccolti presso l’interessato, l’informativa di cui al comma 1, comprensiva delle categorie di dati trattati, è data al medesimo interessato all’atto della registrazione dei dati o, quando è prevista la loro comunicazione, non oltre la prima comunicazione.

5. La disposizione di cui al comma 4 non si applica quando:

a) i dati sono trattati in base ad un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria;
b) i dati sono trattati ai fini dello svolgimento delle investigazioni difensive di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 397, o, comunque, per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, sempre che i dati siano trattati esclusivamente per tali finalità e per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento;
c) l’informativa all’interessato comporta un impiego di mezzi che il Garante, prescrivendo eventuali misure appropriate, dichiari manifestamente sproporzionati rispetto al diritto tutelato, ovvero si riveli, a giudizio del Garante, impossibile.

L’AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI E’ FONDAMENTALE

In sintesi possiamo dire che l’Autorizzazione al Trattamento Dei Dati Personali è assolutamente fondamentale per far sì che il proprio cv non venga cestinato dai selezionatori. Essendo una dicitura di particolare importanza è uno dei primi aspetti che vengono valutati al momento della lettura dei cv pervenuti dalle aziende. In assenza di tale indicazione di legge i selezionatori non perdono altro tempo e molto spesso eliminano il candidato senza approfondire un’ulteriori informazioni riguardo competenze ed esperienza personali.

Due semplici righe in fondo al cv possono quindi salvare la vostra candidatura, non dimenticatevene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply