Assunzioni Pubblica Amministrazione: 7.900 posti e nuovi concorsi

0

pubblica amministrazioneOttime notizie per chi cerca lavoro nel settore pubblico. Sono state sbloccate più di 7.900 assunzioni nella Pubblica Amministrazione nel biennio 2017-2018.

Si tratta del risultato della pubblicati di due decreti interministeriali che prevedono ben 5.590 assunzioni entro l’anno e altre altre 2.313 tramite nuovi concorsi da bandire entro il 2019. La maggior parte delle assunzioni da effettuare a breve riguarderà le Forze dell’ordine, mentre sono da bandire i concorsi per nuovi inserimenti presso i Ministeri, l’Inps e l’Agenzia delle Entrate.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle assunzioni nella PA in arrivo.

RAFFORZAMENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE

I due decreti interministeriali, trasmessi alla Corte dei conti per la registrazione, prevedono quindi l’assunzione dei numerose figure per sopperire alla carenza di personale nelle forze armate lamentata da tempo dai vari corpi. In arrivo quindi 2.033 assunzioni nell’Arma dei Carabinieri (a valere sul 2016), 1.032 nella Polizia di Stato,619 nelle Fiamme Gialle, 1.090 nella Polizia Penitenziaria375 nei Vigili del fuoco.

NUOVI CONCORSI 2018

Altro aspetto interessati previsto dallo sblocco delle assunzioni nella PA, è la prossima preparazione di nuovi concorsi pubblici che riguarderanno il Ministero dei Beni culturali  con 509 posti di lavoro in arrivo, 730 presso l’Inps, 236 all’Agenzia delle Entrate e ben 507 posti per il Mef.

Trova conferma quindi il tanto atteso concorso presso l’Inps, in cui tanti speravano da più di un’anno e che sembrava non arrivare mai.

ATTESA PER I BANDI E NOVITA’

Per il momento quindi bisognerà aspettare la pubblicazione di nuovi concorsi per poter partecipare alle future selezioni nella Pubblica Amministrazione. Ricordiamo che i bandi terranno conto delle nuove linee guida per i concorsi pubblici conseguenti alla riforma del pubblico impiego varata definitivamente dal CdM lo scorso maggio quindi limite al numero dei candidati idonei del 20% sui posti messi a concorso, nuove procedure semplificate e la possibilità di centralizzare le prove concorsuali, per favorire il contenimento della spesa pubblica e una maggiore trasparenza. Verrà inoltre allestito un un sito web unico, dedicato ai conorsi pubblici d’Italia.

Leave A Reply