Assessment Center: cos’è, come funziona e come affrontarlo

0

assessment centerQuanto si ricercano nuove offerte di lavoro e relativi dettagli sui processi di selezione è facile imbattersi nello svolgimento di Assessment Center. Per chi non lo conoscesse si tratta di un metodo di indagine utilizzato dalle aziende per individuare le capacità dei candidati necessarie per svolgere un’attività professionale.

L’Assessment Center viene utilizzato nelle selezioni di nuovo personale ma anche nella mappatura delle risorse umane già presenti in una determinata azienda, al fine di stimare le loro possibilità di crescita e sviluppo.

Con l’Assessment Center le aziende hanno la possibilità di analizzare i comportamenti che permettono alle risorse umane di raggiungere risultati in collaborazione con altre persone, di affrontare situazioni e problematiche complesse, di controllare tensioni interpersonali e di innovare.

Il processo prevede lo svolgimento di simulazioni che riproducono situazioni lavorative reali all’interno di un’azienda, permettendo quindi di rilevate i comportamenti dei candidati, le decisioni prese, l’organizzazione di attività e progetti, la presentazione di proposte e soluzioni.

ASSESMENT CENTER: METODO DI VALUTAZIONE

Il metodo dell’Assessment Center si svolge tramite appositi laboratori in cui gli osservatori hanno la possibilità di esaminare azioni e interazione messe in atto dai partecipanti in base alle loro competenze, capacità, attitudini e motivazioni. I punteggi assegnati dagli osservatori concorrono alla costituzione di un’apposita scheda di valutazione del candidato.

Generalmente i laboratori consistono nell’affrontare una serie di prove e test orientati su 4 aree di valutazione, quali gestione della relazione, adattamento al cambiamento e alle situazioni nuove, problem solving, competenze manageriali e di leadership.

LE PROVE NELL’ASSESMENT CENTER

Le prove previste nell’Assessment Center possono essere di gruppo o individuali.

Le prove di gruppo sono ad esempio la cosiddetta Dinamica di Gruppo, consistente nella discussione di un caso aziendale simulando una vera e propria riunione, oppure i Role Playing, ossia i giochi di ruolo in cui i candidati devono interpretare ad esempio un una figura aziendale durante una riunione di lavoro.

Le prove individuali prevedono interviste o la somministrazione di test e questionari con cui valutare le capacità logiche o attitudini personali del candidati. In questo caso sono molto utilizzate le prove “In-Basket, che richiede di prendere decisioni per risolvere problemi trovati sulla scrivania sotto forma di memo, messaggi e posta, la “Case Presentation, ovvero un caso di strategia aziendale da elaborare e presentare in pubblico, o ancora la “Check list auto-valutativa su diversi quesiti comportamentali.

Altre possibilità sono le prove di coppia, nelle quali vengono assegnati ruoli e/o compiti a due persone che devono interagire tra loro ad esempio in una trattativa tra venditore e acquirente.

CONSIGLI PER AFFRONTARE L’ASSESSMENT CENTER

Durante l’Assessment Center previsto da un colloquio di lavoro, quello che importa maggiormente agli osservatori non è tanto la soluzione in sì alla situazione proposta, ma la strategia utilizzata dal candidato e le azioni prodotte.

Vengono infatti valutate le capacità di collaborare con gli altri per raggiungere l’obiettivo/soluzione al problema, le doti di leadership e di conduzione di un gruppo, ma anche tante altre caratteristiche come la capacità i gestire situazioni di stress, di affrontare problemi complessi, la propensione al rischio, le capacità di negoziazione e di vendita, le competenze analitiche, l’autocontrollo, la capacità di rapportarsi ad un pubblico.

Alla luce di ciò è bene quindi ricordare che la cosa più importante è essere se stessi, senza tentare di mostrare caratteristiche che non vi appartengono. Dalla parte degli osservatori ci saranno sicuramente professionisti di psicologia e comportamenti che sono in grado di capire facilmente se state recitando: molto importanti sono infatti il linguaggio del corpo, la voce, i gesti, la postura, i movimenti del viso, tutte particolarità notate dagli osservatori a cui è difficile sfuggire.

Leave A Reply