Area EXPO Milano: 6700 posti di lavoro

0

polo tecnologico expoL’area che ha ospitato il recente Expo di Milano diventerà presto un’importante parco scientifico a tecnologico di livello internazionale. Il progetto di trasformazione dell’area richiederà l’impiego di migliaia di lavoratori, stimati in circa 6700 posti di lavoro creati nei primi anni di cantiere.

Vediamo quali sono i dettagli del progetto di realizzazione di una vera e propria cittadella e le opportunità di lavoro che ne conseguiranno.

NUOVO PARCO SCIENTIFICO TECNOLOGICO IN EXPO MILANO

Come ben sappiamo, l’area compresa tra i comuni di Pero e Rho ha ospitato la famosa Esposizione Universale milanese con tema “Nutrire il Pianeta, Energie per la Vita!”. L’area in questione, secondo le notizie riportate da numerosi organi di informazione, è oggetto di un’importante piano di sviluppo e trasformazione per la realizzazione di una cittadella scientifica e tecnologico di rilevante livello internazionale.

La società Arexpo, proprietaria dell’area da un milione di metri quadrati, ha intenzione quindi di valorizzare l’intera area con la realizzazione di un parco dedicato all’innovazione e alla ricerca.

LA CITTADELLA

L’area Expo verrà quindi completamente trasformata e vedrà l’insediamento di un nuovo ospedale, un Campus dell’Università Statale e lo Human Technopole, un centro dedicato alla cura delle malattie quali cancro e patologie neurodegenerative.

La cittadella milanese ospiterà inoltre importanti aziende mondiali, alcune delle quali hanno già manifestato il proprio interesse, come Nokia, Ibm Novartis e Roche. Arriverà quinid ad ospitare fino a 50mila persone tra dipendenti, ricercatori, medici e personale sanitario, pazienti e loro familiari, con un giro d’affari stimato in circa 6,9 miliardi di euro in 10 anni.

ASPETTI OCCUPAZIONALI

Dal punto di vista occupazionale spiccano i 6700 posti di lavoro creati per i primi 4 anni di lavori di realizzazione del centro tecnologico, a partire quindi dal 2018 quando verranno avviati.

Una volta a regime, il parco tecnologico darà lavoro stabilmente a circa 3.000 persone tra personale tecnico-scientifico, personale sanitario e medici, impiegati e tante altre figure.

INFO SULLE CANDIDATURE

Al momento è ovviamente ancora presto poter inviare eventuali candidature di lavoro. Bisognerà infatti attendere la realizzazione del progetto e l’avvio delle prima campagne di recruiting, perciò continuate a seguirci per rimanere tempestivamente aggiornati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply