130 Tirocini MIBACT: informazioni, bandi e come candidarsi

0

mibactIl Ministero dei beni culturali ha reso pubblico il Decreto grazie al quale verranno attivati 130 tirocini nei Beni Culturali per giovani laureati under 29. Ecco maggiori informazioni su queste nuove opportunità di stage e come candidarsi.

Il progetto e gli stage

Il MIBACT in accordo con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione, ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.193 del 21/08/2015, il Decreto relativo ai criteri e modalità di accesso al “Fondo mille giovani per la cultura”, che finanzierà l’attivazione di 130 tirocini nei Beni Culturali. Si tratta di stage per giovani laureati under 29 relativi a progetti per la tutela, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, da realizzarsi presso diverse sedi in tutta Italia.

Gli stage avranno una durata di 6 mesi e rilasceranno un attestato di partecipazione utile ai fini di eventuali future procedure selettive nella Pubblica amministrazione. I partecipanti riceveranno indennità mensile di 1.000 euro lordi, comprensivi della quota per la copertura assicurativa.

Posti disponibili

I 130 tirocini disponibili saranno messi a concorso con 3 diversi differenti e suddivisi come segue:

  • Bando n.1: 30 posti, presso la Soprintendenza speciale per Pompei, Ercolano e Stabia.
  • Bando n. 2: 45 posti, presso i Poli museali regionali, 5 posti, presso la Direzione generale Musei.
  • Bando n. 3: 30 posti, presso l’Archivio centrale dello Stato, l’Istituto centrale per gli Archivi, le soprintendenze archivistiche e gli archivi di Stato, 20 posti, presso le Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze e le biblioteche statali.

Il primo bando sarà pubblicato entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto sulla Gazzetta Ufficiale, mentre il secondo e terzo bando entro 45 giorni.

Chi può partecipare

Possono candidarsi ai tirocini MIBACT i candidati in possesso dei seguenti requisiti generali:

  • cittadinanza italiana o straniera purchè in regola rispetto alle norme che regolano il soggiorno;
  • assenza di precedenti penali incompatibili con le funzioni da svolgere;
  • età massima 29 anni;
  • titolo di laurea con votazione minima di 105/110 in Archeologia, Architettura, Archivistica e biblioteconomia, Beni culturali, Economia, Economia e gestione dei beni culturali, Geologia, Giurisprudenza, Ingegneria, Ingegneria ambientale, Ingegneria civile, Ingegneria informatica, Scienza e tecnologia per i beni culturali, Scienze forestali e ambientali, Storia dell’arte, Tecnologia per la conservazione e il restauro dei beni culturali, o altre discipline, se in possesso di diploma delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto superiore per la conservazione e il restauro, l’Opificio delle pietre dure, l’Istituto centrale per la patologia del libro, la Scuola di specializzazione beni archivistici e librari, e le scuole di archivistica del Mibact presso gli archivi di Stato, secondo quanto dettagliatamente indicato per ciascun bando.

Le selezioni

Le selezioni per gli stage MIBACT prevedono una valutazione per titoli e colloquio, con lo svolgimento di una prova orale finalizzata all’accertamento delle competenze e conoscenze dei candidati in merito alle attività oggetto di ciascun progetto.

Come candidarsi

I candidati dovranno inviare le domande di partecipazione entro 30 giorni dalla pubblicazione dei bandi; ricordiamo che il primo bando verrà pubblicato entro il 20 Settembre 2015, il secondo e il terzo invece entro il 5 Ottobre 2015. Ciascun candidato in sede di domanda potrà indicare un ordine di preferenza per un massimo 3 sedi tra quelle individuate per lo svolgimento degli stage.

Share.

Leave A Reply