Poste Italiane: assunzioni 2014 di Postini-Portalettere

0

postiniE’ possibile essere assunti alle Poste Italiane come postini-portalettere? Come prima cosa è importante conoscere tutto sulle assunzioni in Poste Italiane soprattutto alla luce della grande richiesta di lavoro da parte di giovani alla ricerca del primo impiego. Le opportunità di lavoro ci sono ma non è così semplice come un tempo.

Quando Poste Italiane assume?

Le selezioni presso Poste Italiane avvengono solo quando ci sono nuove possibilità di assunzioni in azienda. Le assunzioni sono a tempo determinato con possibilità di proroghe; i contratti mediamente hanno durata di 3 mesi, con un retribuzione mensile di € 1.190.

Per la mansione di postino-portalettere sono richiesti i seguenti requisiti:

  • Età inferiore ai 35 anni
  • diploma di maturità conseguito con voto di almeno 70/100 o 42/60
  • disponibilità di lavoro dal lunedì al sabato ore 8.00-14.00
  • capacità di guidare uno scooter Liberty Piaggio 125 a pieno carico
  • non aver mai lavorato per Poste Italiane in precedenza

Le aree di assunzione sono: Nord Est, Nord Ovest Lombardia, Umbria, Toscana, Campania, Lazio,Puglia, Molise, Basilicata, Sicilia, Sardegna e Calabria.

Come candidarsi per lavorare in Poste Italiane?

Per inviare il curriculum bisogna registrarsi sul sito http://www.poste.it/azienda/chisiamo/lavoraconnoi.shtml.
Coloro che in passato hanno già inviato il proprio curriculum, prima del 20 ottobre 2011, dovranno procedere ad un nuovo inserimento. L’invio del curriculum online è l’unico modo concesso da Poste Italiane per la candidatura al lavoro di postino-portalettere: non è infatti più concesso inviare il proprio curriculum mediante raccomandata ai vari centri regionali.

Le ricerche di Poste Italiane sui vari candidati vengono infatti effettuare sui curriculum inviati attraverso il sito dell’azienda; per questo motivo è sempre consigliato di aggiornare il proprio curriculum online periodicamente qual’ora vi fossero nuove esperienze o capacità acquisite nel corso degli anni.

Precisazioni dai Sindacati

Il sindacato UGL fa chiarezza sulle assunzioni Poste Italiane per Portalettere e Postini. “Le nuove norme sul lavoro permettono l’assunzione a-causale per un massimo di 1 anno, ma in caso di cumulo di rapporti con la stessa impresa scatterebbe l’obbligo dell’assunzione a tempo indeterminato. Uno dei temi oggi più dibattuti è quello delle assunzioni in Poste Italiane, trattandosi di un’azienda, fra pochissime, che periodicamente ricorre al reclutamento anche per brevi periodi di tempo. Negli anni passati proprio per questa ragione Poste italiane è incorsa in innumerevoli incidenti che l’hanno costretta (per via giudiziaria) ad effettuare – per sentenza – assunzioni a tempo indeterminato del personale che aveva prestato servizio, anche per brevi periodi, con contratti di lavoro a tempo determinato o temporalmente definiti (lavoratori c.d. “somministrati”). Ora si può assumere, per periodi temporalmente definiti, con una specifica clausola ben determinata che deve esplicitare le ragioni alla base del contratto a termine. L’altra possibilità che oggi c’è (adoperata anche in Poste Italiane) è che le imprese possono assumere con un contratto a termine personale nella cui lettera di assunzione non viene specificata la ragione dello stesso (cosiddette assunzioni a-causali). L’attuale fase di riorganizzazione dei Servizi Postali sta comunque portando ad abbassare l’utilizzo delle forme contrattuali a termine, anche per l’alternativa offerta dalla “clausola flessibile” in uso per il personale interno (Part-Time) di Poste Italiane”.

Condividi

Leave A Reply