Consigli per essere assunti in Poste Italiane

0

posteIl lavoro in Poste Italiane è uno dei posti più ambiti da chi è in cerca di un’occupazione. Sono migliaia le ricerche che ogni giorno gli utenti effettuano sul web in attesa di nuove opportunità per entrare in azienda. Ad oggi Poste Italiane conta oltre 150.000 dipendenti ma è importante ricordare che l’azienda non è un’ente pubblico, per cui le assunzioni avvengono al pari di un’azienda privata senza concorso pubblico insomma.

Il modo migliore per tentare di essere assunti in Poste Italiane è quello di sfuttare la sezione “lavora con noi” del sito web aziendale per inviare il proprio curriculum vitae per le posizioni aperte o per future assunzioni.

Ricordiamo che Poste Italiane non offre solo servizi di smistamento e consegna come un tempo, ma anche servizi finanziari, assicurativi, commercio elettronico e telefonia mobile. Per questo motivo le opportunità di lavoro non riguardano solo postini e addetti allo smistamento, ma anche impiegati e figure commerciali.

Inviare la propria candidatura

Per candidarsi ad una delle opportunità di lavoro in Poste Italiane è necessario collegarsi alla sezione “Lavora con noi” da cui è possibile visualizzare tutte le posizioni aperte in Poste Italiane. E’ frequente trovare questa sezione priva di annunci di lavoro, ma non disperate, nel momento in cui Poste Italiane apre a nuove assunzioni, la pagina si riempie di nuove offerte.

E’ sempre possibile, e assolutamente consigliato, registrarsi al sito di Poste Italiane ed inserire il proprio curriculum vitae con una candidatura spontanea, in modo che l’azienda abbia sempre a disposizione il vostro cv da valutare per le future assunzioni; proprio per questo motivo ricordatevi di aggiornarlo periodicamente.

Requisiti richiesti

Le più frequenti assunzioni in Poste Italiane riguardano il ruolo di postini e addetti allo smistamento. Per i primi sono richiesti i seguenti requisiti: possesso di un diploma di scuola media superiore (con una votazione superiore a 70/100 oppure 42/60), possesso di patente A e/o B, idoneità alla guida del Piaggio Liberty 125 che  l’azienda metterà a disposizione del lavoratore, e infine il possesso di un certificato medico che attesti l’idoneità del soggetto al lavoro.
Per il ruolo di addetto allo smistamento l’azienda richiede normalmente gli stessi requisiti richiesti per i postini, escluso l’obbligo del possesso della patente di guida, non necessario per lo svolgimento della mansione.

Come assume Poste Italiane?

Poste Italiane offre normalmente contratti a tempo determinato dai due ai sei mesi, eventualmente prorogabili o convertibile con un contratto a tempo indeterminato nel caso l’azienda avesse necessità di personale da inserire al posto di dipendenti in fase di pensionamento. Ai giovani laureati, spesso in ingegneria gestionale, vengono offerti stage in vista di eventuali e successive assunzioni in azienda. Per farvi un’idea, ogni anno Poste Italiane assume 1300/1500 nuove persone, la maggior parte a tempo determinato.

Selezioni e stipendio

Poste Italiane contatterà i candidati che riterrà interessanti per una determinata mansione, dopo aver analizzato i curriculum vitae registrati online. Il primo contatto è telefonico e dà il via alla prima fase di selezione che prevede per i candidati con diploma test attitudinali, colloqui individuali, prove di gruppo e un test d’inglese, mentre per i candiati che hanno una preparazione universitaria e professionale viene effettusto un colloquio mirato e strutturato.
Una volta concluse le fasi di selezione l’azienda individua il candidato/a  più idoneo per quella mansione e lo contatterà per discutere i termini del contratto di inserimento. Su questo aspetto, per darvi qualche riferimento, vi ricordismo che un postino percepisce mediamente dai 1.100 ai 1.250 euro al mese, di poco inferiore allo stipendio di un impiegato allo sportello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply