Concorso per Magistrato Ordinario: 365 posti disponibili

0

magistratoImportante opportunità per coloro che sognano di diventare magistrati: il Ministero della Giustizia ha infatti infatti bandito un concorso per 365 posti di magistrato ordinario.

In cosa consiste la prova

Il concorso per il posto da migistrato ordinario prevede due prove, una scritta e una orale. La prova scritta prevede la produzione di tre elaborati su dirittto civile, diritto penale e diritto amministrativo. La prova orale sarà su dirito civile, costituzionale e tributario, diritto commerciale e fallimentare, diritto del lavoro e della previdenza sociale, diritto comunitario, diritto internazionale pubblico e privato, elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario. Per finire si svolgerà un colloquio su una lingua straniera a scelta fra inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Per acceredere alle prove concorsuali è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • esercizio dei diritti civili
  • condotta incensurabile
  • idoneità fisica all’impiego
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva
  • non essere stato dichiarato per tre volte non idoneo nel concorso per esami
  • rientrare in una delle seguenti categorie: magistrati amministrativi e contabili; procuratori dello Stato; appartenenti al personale universitario di ruolo docente di materie giuridiche; dipendenti, con qualifica dirigenziale della pubblica amministrazione che hanno costituito il rapporto di lavoro a seguito di concorso per il quale era richiesto il possesso del diploma di laurea in giurisprudenza;
  • abilitati all’esercizio della professione forense e, se iscritti all’albo degli avvocati, non incorsi in sanzioni disciplinari;
  • coloro i quali hanno svolto le funzioni di magistrato onorario per almeno sei anni senza demerito, senza essere stati revocati e che non sono incorsi in sanzioni disciplinari; laureati in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza; laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza ed hanno conseguito il dottorato di ricerca in materie giuridiche; laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza ed hanno conseguito il diploma di specializzazione in una disciplina giuridica

Come partecipare al concorso

Per partecipare al concorso è necessario inviare la domanda di partecipazione entro il 9 Dicembre 2013. E’ possibile recuperare ultoriori informazioni sul bando di concorso reperibile sul sito web del Ministero della Giustizia.

Condividi

Leave A Reply