Come si diventa tassista e quanto si guadagna?

0

taxiL’idea di mettersi in proprio e diventare tassisti è diventata molto frequente tra chi è alla ricerca di un lavoro. Ma come si fa a diventare tassisti, quali sono i requisiti e i titoli necessari? Vediamo di fare chiarezza.

L’accesso alla professione di conducente di taxi è disciplinato da norme specifiche che definiscono i requisiti che occorre possedere e le abilitazioni o certificazioni tecnico/professionali che si devono conseguire per poter accedere a tale professione. Iniziamo elencando i requisiti soggettivi richiesti dalla legge:

  • avere 21 anni oltre il quale è possibile conseguire le abilitazioni professionali necessarie;
  • possedere la cittadinanza italiana ovvero di altro Stato dell’Unione Europea;
  • non avere riportato una o più condanne definitive a pene detentive complessivamente superiore ai due anni per delitti non colposi, salvo non sia intervenuta amnistia o riabilitazione;
  • aver assolto l’obbligo scolastico;
  • non essere titolare contemporaneamente di altra autorizzazione o concessione amministrativa e, comunque, non svolgere con carattere di continuità e professionalità altra attività.

Per accedere alla professione di conducente di taxi è necessario possedere i seguenti requisiti tecnico/professionali:

  • essere titolare di patente di guida di categoria B o superiore;
  • essere titolare di certificato di abilitazione professionale di tipo corrispondente alla patente posseduta  conseguibile presso gli Uffici della Motorizzazione civile;
  • conseguire l’iscrizione al ruolo provinciale dei conducenti di veicoli adibiti a servizi pubblici non di linea;
  • acquisizione della titolarità di licenza taxi ed espletamento dell’attività.

E’ importante sapere che il titolare della licenza di taxi può essere solo una persona fisica, quindi essa non può fare riferimento a società. Altro aspetto fondamentale è che il servizio di taxi può essere svolto esclusivamente dal titolare della licenza, che quindi non può far svolgere l’attività a terzi.

Guadagni

Il lavoro di tassista è un’attività spesso molto redditizia, vediamo un’esempio per farci un’idea più chiara: le tariffe, sempre più controllate da parte delle istituzioni, sono quasi standard a livello nazionale. Mediamente un cliente paga tra i 0,90€ e 1,30€ a km, con una tariffa minima di 3 euro di giorno, 5 euro la domenica e 6 euro di notte. Facendo delle ipotesi su base statistica, un tassista che mediamente lavora 10 ore al giorno per 25 giorni al mese e serve 15 clienti al giorno con una media di 10 km percorsi guadagna 1,10 euro a Km, quindi l’incasso giornaliero si aggira sui 165 €, che per 25 giorni lavorativi arriva alla cifra di 4.125 euro. Ovviamente a queste cifre vanno sottratti i costi di gestione ed eventuali rate di mutuo ma il guadagno è sicuramente interessante, anche se dipende strettamente dal numero di clienti giornaliero e dai kilometri percorsi.

Condividi

Leave A Reply