Assunzioni Poste Italiane 2014: nuovi portalettere e addetti allo smistamento

0

posteLa notizia è finalmente ufficiale: Poste Italiane ha reso pubbliche le nuove selezioni che porteranno all’assunzione di 835 Portalettere e 235 Addetti allo smistamento in tutta Italia.

Nei mesi scorsi si sono susseguite notizie di presunte selezioni in Poste Italiane, prontamente smentite dall’azienda stessa. Adesso è invece il momento di rendere pubbliche le nuove assunzioni visibili ufficialmente sul sito di Poste Italiane, che offriranno lavoro a 1070 lavoratori in numerose città d’Italia.

I nuovi portalettere e addetti allo smistamento postale saranno inseriti in azienda a partire da Aprile 2014 ed avranno rispettivamente il compito di consegnare la posta e occuparsi dello smistamento della corrispondenza.

Requisiti per candidarsi

Ecco i requisiti richiesti da Poste Italiane per candidarsi ai posti di portalettere o addetti allo smistamento:

  • Diploma di scuola media superiore con voto minimo di 70/100
  • Patente di guida in corso di validità (per il ruolo di portalettere)
  • Idoneità alla guida del motomezzo aziendale (per il ruolo di portalettere)
  • Certificato medico d’idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza)

Contratto di lavoro

Poste Italiane offrirà contratti a tempo determinato a partire da Aprile 2014, con durate di 2, 3 o 6 mesi.L’azienda punta a coprire in modo scaglionato il periodo primavera-estate 2014, da Aprile a Settembre. Si tratta ovviamente di contratti temporanei utilizzati per coprire le maggiori esigenze di personale nel periodo estivo in sostituzione del personale in ferie. Sul sito di Poste Italiane non viene però specificato lo stipendio rilasciato.

Sedi di lavoro

Le sedi di lavoro saranno distribuite in tutta Italia, in particolare:

  • Liguria (Savona, Genova, La Spezia);
  • Piemonte (Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbania Cusio Ossola);
  • Valle d’AostaLombardia (Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza);
  • Trentino Alto Adige (Bolzano, Trento);
  • Veneto (Vicenza, Verona, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo);
  • Friuli Venezia Giulia (Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone);
  • Sicilia (Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa);
  • Lazio (Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone);
  • Puglia (Foggia,Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani);
  • Abruzzo (L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti);
  • Sardegna (Sassari, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias);
  • Toscana ( Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato);
  • Emilia Romagna (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini);
  • Marche (Ancona, Macerata, Pesaro Urbino, Ascoli Piceno, Fermo);
  • Umbria (Perugia, Terni);
  • Molise (Campobasso, Isernia);
  • Basilicata (Potenza, Matera).

Come candidarsi

Per candidarsi alle posizioni aperte in Poste Italiane ricordiamo che è necessario registrare il proprio curriculum alle sezione erecruiting di Poste Italiane, da cui è possibile consultare tutte le posizioni aperte nelle varie zone d’Italia e confermare la propria candidatura in attesa di essere ricontattati dall’azienda per le selezioni di rito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – E’ VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI.

Leave A Reply